Gestione intraospedaliera dei pazienti che si presentano con dolore toracico

Dott. Paolo Balzaretti, redazione Blog Simeu

Su Twitter: @P_Balzaretti


Il dolore toracico è la causa del 3 – 4% degli accessi in Pronto Soccorso nell’Europa Mediterranea (1, 2), dei quali una percentuale tra il 6,5% (1) e il 13% (3) riceve una diagnosi di Ima. Per il medico d’Urgenza è importante conoscerne approfonditamente l’iter diagnostico, condotto talvolta almeno in parte in collaborazione con gli specialisti cardiologi, anche per i potenziali risvolti medico-legali ad esso correlati.

È dunque benvenuta la pubblicazione, sul fascicolo di giugno del Giornale Italiano di Cardiologia, del documento di consenso ANMCO/SIMEU sulla gestione intraospedaliera dei pazienti che si presentano con dolore toracico, che include tra gli Autori i soci Simeu Paolo Groff, Gian Alfonso Cibinel, Maria Pia Ruggieri ed Enrico Ruggiero.

La revisione del precedente documento di consenso di Simeu e Anmco (Associazione Nazionale Medici Cardiologici Ospedalieri) pubblicato nel 2009 (4) si è resa necessaria in virtù della costante innovazione degli strumenti diagnostici a disposizione, sia biochimici che di imaging, che della volontà di recepire, anche in ambito nazionale, i nuovi indirizzi diagnostico-terapeutici proposti dalle Società Scientifiche internazionali per mezzo delle loro linee-guida. L’attenzione del lavoro è focalizzata, come chiarito fin dall’introduzione, sulla valutazione del paziente con dolore toracico di sospetta origine cardiaca.

Le principali novità introdotte sono:

  • la raccomandazione all’impiego degli score clinici. Quelli presi in considerazione dal documento sono il Timi risk score e l’Heart score, che permettono di integrare, in modo standardizzato, i dati anamnestici, obiettivi, elettrocardiografici e biochimici, consentendo una stratificazione prognostica del paziente.
  • L’acquisizione delle nuove tecniche di dosaggio ad elevata sensibilità della troponina, delle quali vengono descritte le caratteristiche analitiche e di accuratezza diagnostica e le potenziali implicazioni sulla gestione del paziente.
  • L’adesione ai protocolli standardizzati 0-3h per il dosaggio della troponina proposti dall’ESC per l’esclusione (rule-out) e la diagnosi rapida (rule-in) dell’infarto miocardico nei pazienti con dolore toracico acuto, nelle Strutture ospedaliere dove sia disponibile il dosaggio ad elevata sensibilità, così come definito nel documento.
  • Risonanza magnetica cardiaca: pur riconoscendo che non vi siano evidenze circa l’accuratezza della metodica il suo impatto nella gestione del paziente con dolore toracico acuto, le si riconosce un possibile impiego nei pazienti che si presentano con alterazioni Ecg ma nessuna variazione significativa della concentrazione della troponina per una diagnosi differenziale tra ischemia miocardica acuta o pregressa o la presenza di altre miocardiopatie quali la miocardite o la sindrome di Takotsubo.
  • Definizione di un algoritmo per la valutazione dei pazienti con aumento tipico dei valori di troponina (superiore a 5 volte il valore normale o con andamento crescente/decrescente), il quale può indirizzare il clinico nei casi in cui non sia possibile un’esclusione rapida dell’infarto miocardico.
  • L’introduzione del Chest Pain Team, il quale, costituito da un medico d’urgenza, un cardiologo e di un infermiere, si occupi della stesura di un piano diagnostico-terapeutico aziendale, ne promuova la diffusione, ne monitorizzi l’applicazione attraverso audit clinici e favorisca l’aggiornamento del personale attraverso la presentazione dei più recenti dati di letteratura e la revisione dei casi più complessi.

Vi segnaliamo che si parlerà di questo documento anche nel prossimo Congresso Nazionale Simeu che si terrà a Napoli dal 17 al 20 novembre prossimi. Tutte le informazioni a cliccando qui.

Bibliografia

  1. Martinez-Selles M, et al. Chest pain in the Emergency Department: incidence, clinical characteristics, and risk stratification. Rev Esp Cardiol 2008; 61(9): 953-959.

  2. Solinas L, et al. Prevalence, clinical characteristics, resource utilization, and outcome of patients with acute chest pain in the Emergency Department. A multicenter, prospective, observational study in the north-eastern of Italy. Ital Heart J 2003; 4(5): 318-324.

  3. Domanovits H, et al. Acute chest pain – a stepwise approach, the challenge of the correct clinical diagnosis. Resuscitation 2002; 55: 9-16.

  4. Ottani F, et al. Percorso di valutazione del dolore toracico. Valutazione dei requisiti di base per l’implementazione negli ospedali italiani. G Ital Cardiol 2009; 10: 46-63.

Sai toglierlo un amo?

Tempo d’estate e tempo di pescatori ma come diceva Ernest Hemingway “Chiunque può essere un pescatore in Maggio”. Se è vero che durante i mesi invernali solo chi ha una reale passione ed esperienza per questa attività (non saprei come definirla: sport, hobby, passatempo, yoga, introspezione, dialogo con la natura, ossessione?) durante i mesi estivi un...

Continua a leggere…

L'articolo Sai toglierlo un amo? sembra essere il primo su EMpills - Pillole di medicina d'urgenza.

Prospettive e cultural competence: nuove sfide

“Allora, indossi questo camicino, e ritorno tra 5 minuti per fare la mia visita, tutto chiaro?” Durante la prima visita a cui ho assistito nella mia rotazione clinica all’estero, questa frase ha attirato la mia attenzione, e quando ho chiesto se quella fosse la loro routine, la risposta è stata “Qui è pratica standard che...

Continua a leggere…

L'articolo Prospettive e cultural competence: nuove sfide sembra essere il primo su EMpills - Pillole di medicina d'urgenza.

Terapia intranasale: 3a parte. Fentanyl e analgesici

Nel primo post della serie avevamo brevemente raccontato la storia di Marco, un bambino di 5 anni caduto dai gonfiabili e con una evidente frattura di clavicola. Il caso di Marco apriva la stura alla descrizione di questa importante via per il trattamento in medicina d’emergenza-urgenza, e al contempo cercava di superare il dogma dell’accesso...

Continua a leggere…

L'articolo Terapia intranasale: 3a parte. Fentanyl e analgesici sembra essere il primo su EMpills - Pillole di medicina d'urgenza.

Lussazione di spalla: prova la Davos technique…

Larry Mellick è un professore di medicina d’emergenza della Augusta Georgia University che ha un interessantissimo canale youtube; è li che ho sentito parlare per la prima volta della Davos technique per la riduzione della lussazione anteriore di spalla. In cosa consiste questa tecnica? In breve al paziente vittima di una lussazione anteriore di spalla...

Continua a leggere…

L'articolo Lussazione di spalla: prova la Davos technique… sembra essere il primo su EMpills - Pillole di medicina d'urgenza.