Pneumotorace spontaneo: meglio aspirare!

Consegna turno notturno “C’è poi Alex, un ragazzo di 19 anni che è arrivato nel pomeriggio per un dolore toracico che è risultato essere dovuto a un pnx completo. L’ho aspirato. Domani dovrebbero prenderlo in pneumologia…” ” Come mai non hai messo il solito drenaggino pleurico?” Il collega mi guarda un po’ stupito. ” Carlo, lo...

Continua a leggere…

L'articolo Pneumotorace spontaneo: meglio aspirare! sembra essere il primo su EMpills - Pillole di medicina d'urgenza.

Solidarietà Simeu ad Angelo Fioritti, dimissionario direttore sanitario Usl Bologna

di Maria Pia Ruggieri, presidente nazionale SIMEU

 

Simeu esprime solidarietà al collega Angelo Fioritti, le cui dimissioni da Direttore sanitario dell’Azienda Usl di Bologna costituiscono l’ultimo capitolo in ordine di tempo della vicenda che vede contrapposti alcuni medici dell’emergenza bolognesi e l’Ordine dei Medici, che li ha sospesi per aver affidato agli infermieri del 118 mansioni peraltro previste dalla riforma regionale dell’emergenza territoriale.

Come Simeu ha già avuto occasione di ribadire più volte, questa vicenda, con i suoi strascichi non tutela gli interessi dei pazienti, che hanno diritto a ricevere le migliori cure nel minor tempo possibile. Il fatto che in seguito a queste polemiche i professionisti coinvolti perdano la serenità necessaria a lavorare tanto da dimettersi in una professione impegnativa, anche umanamente, come quella dell’emergenza sanitaria, è senz’altro una ferita per il sistema sanitario pubblico.

 


Solidarietà Simeu ad Angelo Fioritti, dimissionario direttore sanitario Usl Bologna

di Maria Pia Ruggieri, presidente nazionale SIMEU

 

Simeu esprime solidarietà al collega Angelo Fioritti, le cui dimissioni da Direttore sanitario dell’Azienda Usl di Bologna costituiscono l’ultimo capitolo in ordine di tempo della vicenda che vede contrapposti alcuni medici dell’emergenza bolognesi e l’Ordine dei Medici, che li ha sospesi per aver affidato agli infermieri del 118 mansioni peraltro previste dalla riforma regionale dell’emergenza territoriale.

Come Simeu ha già avuto occasione di ribadire più volte, questa vicenda, con i suoi strascichi non tutela gli interessi dei pazienti, che hanno diritto a ricevere le migliori cure nel minor tempo possibile. Il fatto che in seguito a queste polemiche i professionisti coinvolti perdano la serenità necessaria a lavorare tanto da dimettersi in una professione impegnativa, anche umanamente, come quella dell’emergenza sanitaria, è senz’altro una ferita per il sistema sanitario pubblico.